Search results: Found 3

Listing 1 - 3 of 3
Sort by
La filosofia positiva di Schelling come unità di Hegel e Schopenhauer

Author:
ISBN: 9788897523222 DOI: 10.4000/books.aaccademia.204 Language: Italian
Publisher: Accademia University Press
Subject: Philosophy
Added to DOAB on : 2019-12-06 13:15:23
License:

Loading...
Export citation

Choose an application

Abstract

«Si tratta di dimostrare in tutto l’essere empiricamente dato, come suoi elementi, e certo come i suoi unici elementi, quei due principi, Volontà e Idea (o Rappresentazione), che con pari diritto sono sostenuti, in quanto attributi, da una sostanza individuale che è in essi identica» (Eduard von Hartmann).

Keywords

philosophy --- idealism

La parata dei fantasmi : Proposte per una filosofia post-cinema

Author:
ISBN: 9788831978095 DOI: 10.4000/books.aaccademia.3810 Language: Italian
Publisher: Accademia University Press
Added to DOAB on : 2019-12-06 13:15:23
License: OpenEdition Licence for Books

Loading...
Export citation

Choose an application

Abstract

L’invenzione del cinema, perfezionamento della fotografia, ha dato modo agli umani di vedere doppi realistici di corpi in azione, in realtà ombre, fantasmi, spettri, prima muti, poi parlanti, suscitabili a piacere a ogni proiezione, con il solo limite d’essere condannati a ripetere ogni volta gli stessi gesti, a pronunciare le stesse parole. Eppure questo limite non è solo una condanna, non è solo ripetizione, non ricalca necessariamente i sentieri dell’identico. Il cinema, in certi casi, è in grado di veicolare con le sue immagini qualcosa come una quintessenza, e quelle ombre, quegli spettri, quei doppi, sono in grado di dirci, sul nostro corpo, sul rapporto con il mondo, sui movimenti, sui gesti, sul tempo, sull’identità, sulla memoria, sul mito, qualcosa di rilevante anche sul piano filosofico. È quanto si spera risulti dalla lettura di queste note, avvertendo comunque che esse, nel loro andamento non sistematico, si appoggeranno a oggetti e soggetti filmici in apparenza eterogenei, da Pasolini a Orson Welles, da Rossellini a Bela Tarr, da Raul Ruiz a Bressane, da Tsai Ming Liang a Cronenberg, da Ejzenštejn a Godard, da Dreyer a Scorsese, da Fellini a Gianikian e Ricci Lucchi, da Chantal Akerman a Twin Peaks 3, non senza qualche rapido excursus teatrale, tra Artaud e Carmelo Bene.

Keywords

philosophy --- post-cinema --- images --- movie

Segni e metafore dell’Infinito nell’epoca classicistico-romantica

Author:
ISBN: 9788831978132 DOI: 10.4000/books.aaccademia.5224 Language: Italian
Publisher: Accademia University Press
Subject: Languages and Literatures
Added to DOAB on : 2019-12-06 13:15:23
License:

Loading...
Export citation

Choose an application

Abstract

Nel contesto dell’ampio rivolgimento politico e culturale che caratterizza il tardo Settecento europeo, il concetto di infinito, nella sua riconsiderazione in ambito matematico-scientifico, estetico-filosofico e poetologico, emerge come argomento particolarmente significativo all’interno di un dibattito che riguarda più in generale la crisi del principio basilare della filosofia settecentesca, ossia la fiducia nel principio regolativo della ragione. I saggi raccolti nel presente volume affrontano alcuni nodi tematici di questo dibattito, sulla base dell’analisi del concetto di infinito in autori particolarmente rappresentativi della cultura filosofica e letteraria francese, tedesca e italiana.

Listing 1 - 3 of 3
Sort by
Narrow your search

Publisher

Accademia University Press (3)


License

CC by-nc-nd (2)

OpenEdition Licence for Books (1)


Language

italian (3)

-->